Inviato da Davide Arnesano il Lun, 09/01/2014 - 09:10

Mentre il ciclone Elettra porta via quel che resta dell'estate, la cucina di B-eat si prepara a un settembre ricco di iniziative e novità. 

La prima è in realtà un ritorno: il 21 settembre torna l'appuntamento con l'aperigame del comparto food, Kitchen goes Digital. La gustosa ricetta, già proposta a Milano, trova spazio questa volta nel contesto della Città dell'Altra Economia di Roma: nuove start-up dedicate al comparto enogastronomico incontreranno i produttori che rappresentano l'altra economia nel Lazio. Agricoltura biologica, filiera corta e innovazione in cucina saranno i temi dominanti di questa seconda edizione del nostro format. Per ora non possiamo dirvi di più, ma vi terremo aggiornati su tutte le novità che riguardano l'evento. 

Sempre in tema di eventi, non perdetevi i nostri prossimi articoli, perché presto vi racconteremo di un altro evento, questa volta in Veneto, che ci vede direttamente coinvolti. L'obiettivo è sempre lo stesso: realizzare sinergie tra le start-up innovative e il comparto produttivo.

Un'altra novità riguarda quel form che campeggia in alto a destra: se volete restare aggiornati per sapere cosa bolle in pentola in casa B-eat, vi basta compilare il form con la vostra e-mail e il vostro nome (il campo società è facoltativo). Faremo buon uso del contatto: niente spam e una sola volta al mese vi manderemo una newsletter per segnalarvi gli articoli più interessanti sul blog, ricordarvi i nuovi appuntamenti con gli eventi foodie e presentarvi i vostri clienti. 

E il biscottone qua sopra? È Mr. Byte, la nostra nuova mascotte: un eroico biscotto di pan di zenzero che ha perso un po' la testa a causa di un morso. Lo vedete sopra nei panni di un postino, perché sarà lui a consegnarvi la nostra newsletter e nei prossimi giorni ci darà una mano a lavorare ai progetti della Digital Kitchen. Se siete stati attenti lo avete già incontrato anche su Instagram. Attenzione però, non fate mai cenno alla sua testa smozzicata, perché non ama parlarne. 

Articoli correlati

Food photography
Oltre alle alle app più adatte a fotografare il cibo, nella cassetta degli attrezzi di ogni foodie che si rispetti non può mancare la conoscenza del linguaggio necessario a comunicare con i propri simili.
Botanas del Cielo - La telenovela di Tostitos
Tre esempi di brand food (di cui due made in Italy) che usano il linguaggio dell'entertainment per piacere ai Millennials: una nuova tendenza... o un ritorno al caro vecchio Carosello?
Gestione social media
Quando un'azienda decide di affacciarsi sui social media, subito si trova davanti a due opzioni: affidare questi canali a una risorsa interna oppure a un'agenzia specializzata. Qual è la scelta giusta?