Inviato da Maria Silvia Sanna il Mer, 02/07/2014 - 09:10
Ingredienti

Voi conoscete Martina? Magari qualche sera siete stati a cena da lei, alla Trattoria di Martina, un curatissimo foodblog ricco di ricette classiche e sperimentali, piatti un po' esotici e preparazioni regionali. L'autrice, Martina Toppi, ha aperto la sua trattoria virtuale circa quattro anni fa e da allora non ha smesso di condividere le sue preparazioni golose. E a un certo punto, mentre il menù diventava sempre più ricco, deve aver pensato che magari il suo blog poteva diventare un ricettario, restando sempre digitale.

Nasce così Le Ricette di Martina, un'app per iOS che raccoglie alcuni dei suoi segreti in cucina, 200 ricette originali e molte utility indispensabili per una cucina davvero geek and chic. Per esempio, a me è successo qualche volta di provare a copiare le ricette dai siti e blog di cucina americani, entrando subito dopo nel panico alla vista delle unità di misura inglesi: per questo ho trovato utilissimo il convertitore di unità di misura. Un altro problema che le cuochine geek hanno spesso, è quello di dover mettere mano allo smartphone per sapere come procedere, insozzandolo così di farina, impasti e pasticci vari. Martina, che sicuramente lo sa, ci viene incontro con la funzione leggimi la ricetta, che vi accompagna passo passo nella realizzazione del piatto. 

Alla sua seconda release, l'app si è arricchita della funzione timer (credo sia superfluo spiegarne l'utilità) e della simpatica ruota del cromomenù, il pulsante colorato che trovate in alto a destra sulla prima schermata dell'app. A cosa serve? A stupire gli ospiti con ricette che si abbinano non solo per il sapore, ma anche per il colore. Io l'ho trovata un'idea molto sfiziosa!

Naturalmente stiamo già aspettando una terza versione, in cui magari trovare un utile collegamento tra le ricette e la stagionalità degli ingredienti. Nel frattempo, però, ci sono abbastanza idee per ingrassare felicemente subito dopo la prova costume: buon appetito! 

Articoli correlati

Menu digitale ristorante

Mentre viviamo in una costante attesa di sapere se e di quanto dovranno ancora cambiare le nostre abitudini come consumatori, nel nostro portfolio profession

Smart working coronavirus digital agency
Eccezionalmente, nel giro di una settimana lo smart working è diventato realtà diffusa. In tempi brevi, anzi brevissimi, migliaia di realtà aziendali hanno aderito alla campagna #iorestoacasa.
Too Good To Go
Too Good To Go, il nome stesso lo dice, evita che prodotti ancora buoni possano finire nella pattumiera. Il raggio d’azione è vasto, 12 Paesi e altrettanti milioni di utenti, e mirato al mondo food.