Inviato da Davide Arnesano il Lun, 11/18/2013 - 10:58

Su B-eat abbiamo conosciuto chi ha messo il cibo in passerella e chi come Ida Frosk realizza piatti creativi, ma abbiamo incontrato anche artigiani del cioccolatointagliatori di zucche e chi ha trovato il modo per far "vivere" il cibo.

C'è invece chi, come il fotografo di Seattle Christopher Boffoli, per il suo progetto Big Appetites viaggia con la fantasia tra il cibo sognando scenari che ripropone con l'aiuto della fotografia e di simpatici pupazzetti.

I personaggi sono miniature che rappresentano lavoratori, sportivi, intere famiglie e persone di ogni genere, e fanno sembrare una cheesecake una rampa di lancio per motociclisti acrobati, un cono gelato una tenda da campeggio e una manciata di mirtilli un argomento di analisi per una squadra della scientifica.

Qui di seguito alcune fotografie di Christopher, mentre i più curiosi possono acquistare il libro Big Appetites su Amazon.

Articoli correlati

peonia di chips
VisualFood è un progetto nato da un'idea di Rita Loccisano, per "creare delle storie e delle combinazioni di sapori e colori con il principale scopo di... mangiarle tutte"!
Bruno Munari
Lo so che non vi immaginereste mai Bruno Munari che si mette a fare foto a tavola prima di pranzo e poi le pubblica su Instagram, ma forse avrebbe potuto darci buoni consigli.
Food art by mentomonsters e ficoeuva
Se è vero che si mangia anche con gli occhi, è altrettanto vero che la presentazione di un piatto spinge chi lo osserva a mangiarlo più o meno volentieri. È particolarmente vero se si parla di bambini...